Il Te Papa: viaggio nella storia della Nuova Zelanda.

Mi ha da subito affascinato la storia e la cultura dei Maori e da come mi è stato raccontato e spiegato dai locali che ho incontrato finora, hanno avuto un evoluzione e destino un po’ diverso rispetto agli aborigeni australiani, soprattutto dopo la colonizzazione degli europei.

OLYMPUS DIGITAL CAMERASi dice che i Maori si siano spinti qui in Aoteaora dalle isole Polinesiane, ma non si sa precisamente quando e come, visto le difficili condizioni di navigazione di questa parte del Pacifico, considerando poi le piccole imbarcazioni dei Maori dell’epoca.

Vivevano qui felici e tranquilli fino a quando sono arrivati gli inglesi, e come già ho raccontato nei posti passati, non sono stati decenni facili per queste popolazioni, anche se si sono sempre difesi più che potessero e questo avrà creato sicuramente una maggiore considerazione e rispetto da parte degli europei, rispetto agli aborigeni australiani. Nonostante sia diminuito notevolmente il numero delle tribù nel corso di questi due secoli, alcune di loro, possono ancora oggi vivere come in passato, avendo tuttavia i diritti e le terre che spettano loro.OLYMPUS DIGITAL CAMERA Il museo Te Papa, che significa appunto “La Nostra Terra”, illustra in dettaglio la storia morfologica, naturalistica e antropologica della Nuova Zelanda, con un ampia sezione appunto alla cultura Maori. Si possono vedere capanne ricostruite, ed entrarci dentro, la loro cucina, i canti e tradizioni, i vari tipi di tribù e i significati dei Moko, ovvero i tatuaggi sul volto, e i ciondoli d’osso.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAÈ tutto molto interessante e spiegato in maniera interattiva, uno spasso per gli adulti che non annoia e un paradiso per i bambini con i vari giochi creati apposta! Dopo la grande sezione dei Maori, si arriva al XIX secolo, quando il paese diventa ufficialmente colonia inglese, la scoperta dell’oro, le battaglie dei Maori e gli accordi pacifici, fino alle battaglie socio politiche del secolo scorso. OLYMPUS DIGITAL CAMERALa Nuova Zelanda, infatti, è stato uno dei paesi precursore di molte diritti civili. Come per esempio il diritto di voto alle donne, nel 1890! E quello dei Maori pochi anni dopo!

C’è anche una parte che riguarda i disastri naturali come per esempio i terremoti più forti di questi ultimi anni, con foto, video e addirittura una riproduzione di una scossa: si entra in una casa ricostruita, con mobili e utensili e all’improvviso arriva la scossa e la vivi di persona!OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

Infine c’è la parte più divertente, che riguarda la cultura, l’identità dei Kiwi, il loro modo di vivere e anche il loro accento particolare. Se non sei neozelandese, è un po’ difficile capire chi siano i personaggi che hanno fatto la storia nazionale, ma le tabelle descrittive ti aiutano a capire; comunque sia, da quello che vedo, sti neozelandesi, sembrano proprio un popolo con tanto senso dell’umorismo. Ma che simpatici!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in NUOVA ZELANDA - Wellington. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...