Rinfrescarsi al Lietchfield Park

Visto che in un giorno abbiamo visto tutte le cose più o meno interessanti della città, con questo caldo, ci vorrebbe proprio una bella nuotata in un bel laghetto di acqua fresca, se è possibile senza coccodrilli o altri animali carnivori! Il kakadù, l’abbiamo già visto, ci sarebbe un altro parco da visitare, il Lietchfield, molto più piccolo e pieno di billabongs e ruscelli non pericolosi dove fare il bagno. Allora andiamo!
Partiamo la mattina presto, con un ranger della zona. Questo parco è proprio famoso per le sue cascate che lo circondano, creando bellissimi scenari e ottimo luogo dove rinfrescarsi, è domenica e sicuramente sarà affolatissimo, un po’ la stessa cose nei posti di mare in Italia. Lungo la strada si intravedono delle strane costruzioni in mezzo alla natura, è proprio questo che andremo a vedere: queste torri altissime e perfette non sono altro che le case delle termiti bussola! Una specie di termite, dai 5 a 8 centimetri che costruisce alla perfezione queste torri, alcune di loro molto alte, dove vivono. Precisamente, quella che si vede all’esterno è solo la fine di una costruzione che continua sottoterra: il re e la regina, vivono alla base, mentre le operaie al centro e in alto, ovvero all’esterno, viene utilizzato per la sepoltura delle termiti morte,il loro cimitero! Per questo è molto difficile vederle. Il ranger ci dice che questi cumuli sono magnetici, anche se non attireranno mai gli oggetti metallici al volo, come ci si immagina, loro, chiamano questo posto, le cattedrali delle termiti. Sono centinaia! E tutte allineate da nord verso sud, per regolare la temperatura in modo che la sottile epidermide delle termiti riesca a tollerare le forti escursioni termiche stagionali. Incredibile!
Ripartiamo e ci dirigiamo finalmente verso un ruscello che scende pian piano a valle formando delle piccole vasche di acqua freschissima, dove si può nuotare..il Buley Rockhole che bellooooo non vediamo loro di metterci a mollo.Il posto merita, e mentre Anna si stende a mollo a prendere il sole come una lucertola, io come un bambino alla sua prima volta al mare, faccio su e giù per il ruscello, tuffandomi dai trampolini naturali e facendo il bagno in tutti i piccoli laghetti che si incontrano durante il percoso.. che figata! Ci voleva proprio!!!
Dopo un po’ il nostro giro prosegue verso le vicine Florence Falls, delle cascate abbastanza alte che vanno a finire in un ampio lago circondato dalla natura incontaminata, dove non capisco cosa centri il posto con Firenze. Fa figo per loro! Vabbè.
A 18 chilometri di distanza un’altra cascata, che scende lungo una sottile insenatura sulla roccia, bella anche questa.
Dopo aver pranzato in un’area attrezata, ci dirigiamo verso la principale attrazione del parco, dove rimaniamo tutto il pomeriggio, le Wangu Falls, due cascate si buttano in una piscina naturale in mezzo ad alberi, natura selvaggia e pipistrelli a testa in giù… WOW! Durante la Wet season anche questo posto diventa pericoloso per i crocos. Beh il posto merita, peccato che sia affollatissimo di gente, sembra Ostia a luglio! Ci arrampichiamo tra le rocce e ci facciamo massaggiare dalla cascata, che meraviglia! Non voglio andare più via! Voglio rimanere qua! Davvero piacevole.
Purtroppo finisce anche questa giornata. Nel ritorno a casa, il ranger ci dice che stasera c’è un mercatino in una famosa spiaggetta di Darwin, Mindill beach, che rimane aperto fino alle 9 oggi, dove tra l’altro nei dintorni c’è anche il conceto dei PowderFinger, uno dei legendari gruppi rock australiani, i quali stanno in giro per l’Australia per la loro ultima esibizione. Che peccato! Io li conosco, li ho pure visti in concerto l’anno scorso a Melbourne e mi piacciono anche! Ma noi non abbiamo i biglietti e quindi ci accontentiamo del mercatino. Chiamiamo gli altri ragazzi e appuntamente a Mindil beach.. Ci sono più o meno le stesse bancarelle del Pirap, e per la prima volta nella mia vita, Anna mi ha convinto ad assaggiare il famoso FISH&CHIPS! Non essendo un gran adoratore di pesce, non ho avuto mai la curiosità di assaggiarlo, nenache quando sono andato in Irlanda, la patria del F&C! E devo dire che non è male.. meglio tardi che mai!

//www.youtube.com/get_player
Abbiamo fatto un giro per le bancarelle, ascoltato un concertino degli aborigeni, e la cosa più bella, abbiamo visto tutti insieme un altro tramonto bellissimo in spiaggia, facendo una bellissima conversazione sui viaggi, e vivere in libertà.. una conversazione anche abbastanza profonda, come in questi momenti senza tempo.. questa è la nostra ultima sera a Darwin e nel Territorio del Nord, e come in tutti i viaggi, arrivi alla fine che quasi ti dispiace tornare alla realtà, ma sicuramente ti rimane qualcosa che ricorderai sempre.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AUSTRALIA - Northen Territory (Territorio del Nord). Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...