Guida alla ACDC e Twin Falls!

Ci svegliamo di buon mattino, anche perchè le gazze Megpies e i kokkaburra diventano insorportabili. Impacchettiamo tutto, colazione veloce insieme alle amiche zanzare e mosche e via, si parte. Oggi vedremo le famose cascate Twin (gemelle) e le Jim Jim Falls. La guida di Shrine diventa sempre più matta e di primo mattino ci sveglia sicuramente.. ad un certo punto, dopo pochi chilometri, si ferma prima di immetterci in un sentiero più dissestato e dice: “scusatemi se vi ho sballottolato un po’ fin’ora.. adesso ci aspetta un bel viaggetto.. vi piacciono gli ACDC(famossisima band australiana degli anni ’80)? ah bene.. allora ascolteremo loro per un po’, adatti per il viaggio, ah! Dimenticavo, io mi allaccerei la cintura!.. “ proseguiamo per questo sentiero, se così si può chiamare e solo dopo pochi minuti capiamo a cosa si riferiva: nonostante la cintura, veniamo sballottolati come gli ingredienti di un cocktel dentro il fuoristrada che tra l’altro spesso sembra capovolgersi! O minkia.. non riusciamo neanche a guardarci negli occhi, bottiglie d’acqua che volano, sembriamo sulla giostra del Tagadà, ogni tanto qualcuno va a finire addosso all’altro, i nostri stomaci, non si sa dove siano.. speriamo che nessuno vomiti! Ci manca solo questo! Poi la musica rock degli ACDC rende la situazione ancora più divertente e confusionaria.. o mio dio, quando finirà? Non sappiamo più dove reggerci, quante botte ho dato sul finestrino! AHI! Dopo un po’, smettiamo di preoccuparci e prendiamo la cosa divertente, cerchiamo anche di farci le foto, ma il risultato è scadente..ahah ad un certo punto si ferma! OH thanks God.. ci sembra un sollievo.. Shrine scende di fretta dal fuoristrada e raccoglie un fiore per le ragazze.. é un fiore speciale, sboccia poco prima dell’alba e muore non appena viene taccato dalla luce del sole.. non è romanticissimo? Tony per scherzo fa il geloso e così anche noi maschietti abbiamo il nostro fiore ahaha Contento Tony? Quei 5 minuti, sono durati troppo poco.. si riparte e rinizia il ballo! Dopo un po’, la strada sembra più liscia.. ah che sollievo! Ma che! “Ragazzi, io vi consiglio di chiudere i finestrini” Perchè? Dobbiamo attraversare in fiume.. ovviamente abitato dai coccodrilli.. Ma porcamiseria è possibile che non si può mai stare tranquilli?? Ma si ci piace l’avventura! Un apposito segnale ce lo ricorda, ormai lo conosciamo bene, e mentre siamo in mezzo all’acqua, tutti i nostri sguardi dicono la stessa cosa.. “si i fuoristrada sono progettati anche per questo.. non si spegnarà mai in mezzo al fiume..” la macchina non si spegne.. ma il burlone di Shrine si ferma apposta per far salire l’adrenalina, mentre fa finta (speriamo) di vedere un coccodrillo!.. FACCI USCIRE DA QUI AL Più PRESTO!
Grazie al cielo, arriviamo al sito, salvi e con tutti gli organi al loro posto. Ci incamminiamo verso il fiumiciattolo da dove prenderemo la barca per andare verso il sentiero delle Twins falls. Sulla barca ci aspetta un ranger aborigeno simpaticissimo, molto alla mano e dalla parlata tipica australiana rilassata.. che fissa! Ci racconta un po’ del posto, anch’esso speciale per gli alborigeni e dopo pochi minuti capiamo perchè: è un’insenatura tra due montagne altissime e tutt’intorno natura e alberi strani. Nel fiume non si può nuotare per il solito motivo, e sinceramente non capisco come possano andarci con questa barchetta fatiscente fatta di lamiera dove non possiamo neanche alzarciper non creare sbilanciamenti.. è meglio non pensarci. Arriviamo al piccolo attracco naturale, dove salutiamo Jack e ci incamminiamo per il billabong delle Twins falls. I billabong sono dei piccoli laghetti di acqua dolce tipiche di queste zone, creatasi durante la stagione delle piogge, quando nascono nuovi fiumi e ruscelli dappertutto, poi con la stagione secca, l’acqua asciuga, tranne in queste piccole insenature dove rimane stagnata formando un piccolo laghetto. Il sentiero è piuttosto difficile, ma molto interessante sentirsi un tutt’uno con l’ambiente selvaggio circostante. Finalmente arriviamo alla spiaggia di sabbia bianca e alle cascate, ma poiché siamo nella stagione secca, c’è pochissima acqua che scorre, e anche Shrine ci conferma che è normale, tra un mesetto questo posto sarà completamente diverso da come lo vedete adesso, la cascata sarà così grande che si sentirà fin da dove abbiamo preso la barca.
Il posto merita comunque una sosta rilassante..e noi non ci pensiamo due volte, soprattutto dopo il viaggio in fuoristrada scioccante!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AUSTRALIA - Northen Territory (Territorio del Nord). Contrassegna il permalink.

Una risposta a Guida alla ACDC e Twin Falls!

  1. massimo ha detto:

    spettacolo!!! peccato non ci si possa bagnare in quei posti, magari con un bel giro in kayak 😦

    non saranno di 8mt ma qui in italia abbiam comunque coccodrilli avidissimi e più che a ritmo di acdc qui si va a ritmo di insulti!!! due ore fa il governo ha riottenuto la fiducia per 3 voti dopo il distacco di fini & soci e la compravendita di parlamentari dai vari schieramenti (è partita l'inchiesta della magistratura)…insomma goditela bidduni, un abbraccione!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...