Gabarrigulurle gabarri bolknan ngad berre gun-red

Si ritorna alla piccola base, e Shrine dice: adesso giochiamo un po’ con i serpenti.. Anna fugge via, lei mi aveva già avvisato di avere una particolare fobia per i serpenti, mentre Shrine ne prende uno, una delle sottospecie di pitoni e se lo mette a mo’ di collana.. metre Anna si tiene lontano dalla vista, io voglio provare a toccarlo, ma purtroppo non sono riuscito a mettermelo al collo, in quanto avevo già spalmato la crema solare, e per i serpenti è veleno, anche solo se la toccano con la pelle! Ma non mi limito ad accarezzarlo.. fa un po’ senso! Ma hanno un certo fascino anche loro!Dopo questo incontro ravvicinato con tanti animali pericolosi, ci avviamo verso l’interno del parco Kakadù, precisamente in un sito storico per la cultura aborigena. Tutt’ora nel parco vivono diverse tribù di aborigeni e alcune aree non sono visitabili in quanto il loro territorio. Prima di arrivare al sito, passiamo per l’ufficio informazioni di Bowali dove compriamo il biglietto di transito per il parco, 25 dollari e dopo una breve sosta per il pranzo in mezzo al niente, tra l’altro vicino ad un torrento abitato ovviamente dai nostri amici coccodrilli,facciamo un bel pranzettino. Nel pomeriggio, arriviamo ad Ubirr, dove ci immergiamo nella cultura Aborigena attraverso i dipinti magnifici di queste genti e la storia interessantissima raccontataci da Shrine, preparatissimo sulla loro cultura.. conoscevo un po’ questa cultura come qualcosa si magico ma racconto dopo racconto mi affascina ancora di più: questa coesistenza e totale integrazione con la natura e la capacità di tramandare la loro esistenza e tradizioni, seppur con difficoltà, fino ad oggi, da miglioni di anni.. si dice infatti che gli aborigeni vivessero in terra Australe da più di 15000 anni.. ci sono migliaia di disegni e alcuni dei quali fatti in punti inaccessibili per le capacità umane, gli aborigeni dicono che quei dipinti siano stati fatti dagli spiriti Mimi, .. e tante altre storie.Purtroppo come tutte le società invase da colonizzatori ignoranti del passato, anche gli aborigeni non sono stati trattati così bene dagli inglesi, tanti ne sono morti e sfruttati, come il famoso aneddoto dei bambini mandati in guerra e morti durante la seconda guerra mondiale. Tutt’ora vengono visti parecchio male, soprattutto in città molto occidentalizzate come Melbourne e Sydney, e mi viene da ridere quando penso che i veri estranei non sono loro.. ma quelli che li deridono. Che ingiustizia!
Ritornando Shrine ci fa una panoramica di quella che era la farmacia per loro, ogni pianta aveva una paticolare funzione curante e gli aborigeni conoscevano perfettamente ognuna di loro..
Da qui, ci aspetta un altro lungo viaggio verso Yellow Waters Billabong, da dove possiamo godere di un bellissimo tramonto in cima a delle rocce. Il percorso è duro soprattutto quando fa caldissimo, ma una volta in cima lo spettacolo è senzafiato! Questo sarà il mio primo posto preferito di quest’avventura dove non sarei mai voluto andare via.. è semplicemente stupendo: davanti a te, un paesaggio sconfinato di natura incontaminata, mentre sulla sinistra le imponenti montagne rocciose che sembrano vicine ma distano chilometri.. il cielo di un azzurro intenso e silenzio.. Spettacolare. Anche gli altri hanno avuto la stessa emozione, infatti tra di noi, non vola una mosca, tutti godiamo del paesaggio che sembra irreale: That’s real Australia!
Tra l’altro a poca distanza, il Red Lilly Billabong, quello famoso per il film Crocodile Dundee dove Linda viene attaccata dal Coccodrillo.
Uno dei miei posti preferiti. Purtroppo dobbiamo tornare, prima che diventi troppo buoio.. qui bisogna sempre contare il tempo della strada.. le distanze sono enormi e poi siamo sempre in un parco selvaggio, è sempre meglio guidare con la luce del sole. Arriviamo in un campeggio molto popolato, sinceramente non me l’aspettavo così oraganizzato! Ci sono anche le docce! Che bello! Ci possiamo lavare!!! Iniziamo a montare le tende, preparare la cena; adoro quando tutti facciamo qualcosa e si lavora bene, come se conoscessi quelle persone da una vita! Stasera, carne di canguro e verdure varie! Noo non volevo mangiare il canguro..ma visto che sto qua devo farlo per forza, dicono che la sua carne sia molto salutare e ottima per i muscoli! Dopo una bella doccia salvavita, ci mettiamo tutti intorno al fuoco, si parla, si scherza.. mi mancavano questi momenti! A volte rivivo certi momenti del mio fantastico viaggio dell’anno scorso, che bella sensazione! Carne di Canguro, birra VB davanti al fuoco, immersi nella natura australiana con un cielo strapieno di stelle.. Bellissimo! E’ tutto perfetto!

P.S. La frase del titolo è aborigeno e significa: “Noi Aborigeni ti diamo il benvenuto nella nostra terra”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AUSTRALIA - Northen Territory (Territorio del Nord). Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...