e come per magia.. ritorno in italia!

Qui a Swan Hill vivono ancora alcuni parenti e tanti amici di Roy. La prima a cui facciamo visita è la cugina Pinuccia che appena sa che siamo arrivati ci invita a pranzo e in men di 5 minuti siamo già casa sua! Qui le distanze sono decisamente piccole! Entriamo a casa sua e l’atmosfera è decisamente familiare! Ci accoglie con grande affetto, anche a me che alla fine non mi ha mai conosciuto, ma conosce mia mamma. Qui si abolisce l’inglese, e si parla interamente in dialetto! Che figata! È paradossale ma loro lo parlano molto meglio di me, e quando non mi vengono le parole giuste in dialetto mi sento un imbecille! Povero Johnny che all’improvviso deve sforzarsi di capire tutto anche se si diverte ad ascoltare. Cominciamo a parlare della famiglia e di tutti i vecchi ricordi che Pinuccia ha di Pozzallo, facendomi morire dalle risate, visto che riconosco in lei una particolarità che accomuna a tanti in famiglia, ovvero la comicità! Comincia ad offrirci di tutto da mangiare, non è un pranzo è una cena di gala! La tavola è così piena che non sappiamo dove mettere le cose! Tutti piatti molto familiari e ovviamente italiani! Che goduria! Ma quando alla fine ci offre anche il limoncello e i “mucatuli” biscotti tipici delle mie zone, lì rimango a bocca aperta, mentre lei orgogliosamente esclama: “Qui abbiamo tutto, non come si pensano in Italia, che mangiamo solo “CANGARUNA” (canguri)!” Che spasso!
Vorremmo stare per tutto il pomeriggio ma Roy vuole andare a visitare altri amici. Andiamo dalla signora Colombo, pozzallese anche lei, che con loro, qui a Swan Hill erano gli unici pozzallesi, forse anche di tutto lo stato del Vittoria, a maggior ragione sono molto amici poiché sono sempre stati molto uniti. Roy mi racconta che negli anni ’50 e ’60, non è stato facile per gli italiani emigrati in Australia, con la guerra finita da poco, spesso erano visti male e considerati fascisti, soprattutto dagli immigrati inglesi o francesi che viveno qui, quindi si conoscevano tutti e ci si aiutava a vicenda, cercando di creare anche una sorta di atmosfera tutta italiana, specialemente tra di loro che venivano dalla stessa città.
Arriviamo a casa della signora Colombo e l’atmosfera pozzallese non ci abbandona!… TOC TOC
Lei: “Qué??”
Roy: Maria, Iu sugnu, Rosario sugnu..!
Lei: Rosario..??? PPIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
Arààààà Ki sorpresaaa, Aràààà
AHAHAHAH tutti a ridere, io e Johnny ci guardiamo e subito riconosciamo qualcosa di prettamente pozzallese e familiare ahahahah ..
Sono tanti anni che no si vedono e si comincia a parlare, e via con altro caffè.. è già il quarto oggi! La signora Colombo è così spassosa, comincia a raccontarci aneddoti divertenti, facendo ricordare bei momenti a Roy e facendoci ridere anche a noi, poi è la volta delle barzellette! Ad un certo punto anche Johnny comincia a parlare in dialetto.. che ridere!
Prossima tappa altri amici, Connie e David, che tra l’altro ho già conosciuto mesi fa a Melbourne. Altro caffè e altre risate! A casa c’era anche la nonna di Connie, di 102 anni, portati più che bene, non la smetteva di parlare, l’energia che ha è allucinante e poi sveglia e anche divertente, con Roy si son fatti una lunga chiaccherata mentre io e johnny, ormai quasi epilettici dopo altri caffè, parliamo con Connie e suo marito del più e del meno.
Si fa sera, adesso ci vuole un po’ di riposo. Andiamo in albergo per rilassarci un po’..ma non possiamo passare la serata qui, Usciamo!
Roy ci porta in un locale (forse l’unico mi dice) dove andava spesso il sabato anni fa ma si trova in un altro stato.. CHE STRANO!!! Attraversiamo il Murray ed eccoci un cartello che diceva Benvenuti in NSW, per Sydney proseguire per questa strada a 980 Km!
Il locale è un piccolo Casinò, con un ristorante fast food e le macchine per giocare. Io e johnny tentiamo la fortuna quando vediamo Roy che parla allegramente con un signore, è Lorenzo, il figlio della signora Colombo, amico d’infanzia.. incontrato per caso lì! Non si vedono da una vita e cominciamo a parlare per ore, quando ci invita a casa sua per …UN ALTRO CAFFé .. aiuto!
Lorenzo è troppo divertente, carismatico e solare, a casa sua trascorriamo una serata troppo divertente, a ridere e bere wischy ..
Torniamo in albergo entusiasti di aver trascorso una lunghissima giornata in compagnia e in allegria con amici e parenti che ci hanno accolto tutti con grande affetto e gioia. É stato divertente e bello per noi ma soprattutto per Roy deve essere stato bellissimo rivedere certe persone della sua infanzia e passare una giornata tipica come allora.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AUSTRALIA - Victoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...