Tra i vicoli e i quartieri di Firenze

Nei giorni seguenti ho potuto girare Firenze e vedere quei posti che magari conoscevo già ma che ci si torna con piacere.
Uno di questi è il quartiere di San Lorenzo, molto caratteristico e famoso per il mercatino che vi ci fanno: lì si può trovare una miriade di borse,cinture e altri accessori in pelle, ricordini e cianfrusaglie varie.. è sempre bello curiosare per le bancarelle anche se non si compra nulla.
La sera poi si trasforma in una delle zone della movida cittadina. Mi sembra molto simile al quartiere omonimo di Roma, popolare e spartano, locali nascosti tra i vicoli e tanto movimento. Un’altra zona per le serate fiorentine è Santa Croce, vicino la chiesa appunto. Lì mi è sembrata un zona un po’ più alla moda ed elegante, ma pur sempre movimentata. Se si vuole andare a fare compere senza spendere miliardi nei negozi del centro, forse è meglio andare in Via Gioberti.
Noi l’abbiamo imboccata da Piazza Alberti e pian piano siamo arrivati a Porta alla Croce, da dove inizia. Per tutto il viale e le vie laterali si possono trovare tanti negozi di abbigliamento, ma anche arredamento, argenteria, tappeti, borse e accessori.. insomma una buona scelta! Poi da Piazza Beccaria ci siamo inoltrati verso il centro dove sono stato colpito da una piazzetta in particolare, molto carina e piena di studenti, forse per la vicinanza di qualche facoltà: Piazza San Pier Maggiore.
Da lì mi sono letteralmente inoltrato senza meta nei vicoletti del quartiere, affascinato dalle pittoresche viuzze, dai palazzi medioevali, dai negozietti di antiquariato che espongono disordinatamente i polverosi pezzi unici e dalle piccole scene di vita quotidiana di una Firenze nascosta. Ecco perché mi affascina questa città, perché con semplicità e indifferenza espone la sua straordinaria bellezza.
Dietro Piazza San Marco, c’è una via dedicata a un personaggio illustre, non solo di Firenze ma anche di Pozzallo: è Giorgio La Pira, pozzallese, una persona carismatica e molto generosa che arrivò anche a sindaco di Firenze! < Qualche anno fa fu anche beatificato dal Papà per le sue opere di bene nel corso della sua vita, ma è anche importante per il ricco contributo dato anche alla sua città natale!
Una zona che ancora non avevo visto è quella aldilà del Ponte Vecchio. I fiorentini ci dicono che è molto caratteristico come zona, in particolare i quartieri di San Frediano e di Santo Spirito. Non sono ancora tanto turistici come quartieri ma da poco tempo si stanno scoprendo anche queste zone, tant’è che anni fa ci girarono anche un film.
Scendiamo al Ponte alla Carraia e da lì ci inoltriamo nel quartiere: sono vie molto strette ma di un certo fascino, mentre mia mamma si ferma in ogni negozio di borse che incontra, io mi soffermo alla semplicità delle casette del quartiere, con la bicicletta parcheggiata sul marciapiede, poche macchine e molta tranquillità..sembra quasi un quartier fantasma. Ogni tanto si incontrano piccoli negozietti di artigiani molto belli, tra cui in via San Giovanni un signore che restaurava cornici antiche e ne faceva altre dello stesso stile, sia io che mamma siamo rimasti a guardarlo incuriositi! Arriviamo nella chiesa di San Frediano, di stile romanico con una strana facciata. Entrando assistiamo alle prove di un’orchestra che sembrano molto bravi, ovviamente rimaniamo là ad ascoltare le sinfonie. Passando da Santa Maria del Carmine arriviamo a Santo Spirito con la chiesa di uno stile ibrido. Qui già è più movimentato e più turistico. In via Maggio mia madre trova il suo mondo: tutta la via è piena di negozi di antiquari, noi non lo sapevamo ma forse questa è la zona dell’antiquariato, molto più del centro storico.. entriamo nei negozi, guardiamo tutte le vetrine.. mia madre è in estasi, ci sono alcuni sono pezzi unici, altri riproduzioni ma entrambi molto ben fatti e sicuramente di valore. In un negozio mia madre si innamora di un quadretto con l’immagine di una duchessa ricamata, molto fine e particolare, quando chiede alla commessa il prezzo, cambia letteralmente idea: quel quadrettino minuscolo costava 3500 Euro!!! Era infatti, un pezzo originale proveniente da una ricca famiglia veneta del ‘700. stessa cosa per delle sedie d’epoca: 15000 euro l’una! Vabbè, roba da ricchi sfondati.. noi ci limitiamo a guardare.. e per fortuna non si paga! Finita Via Maggio arriviamo a P.zza Frescobaldi dove sulla destra c’è una fontana molto bella. La via Borgo San Yacopo arriva al Ponte vecchio, su questa via si trovano degli alberghi di lusso e per fortuna hanno risparmiato un balconcino (vicino P.zza Angiolieri) che dà sull’Arno con una bel panorama del lato nord del Ponte Vecchio.
Comincia a far buio, ma non c’è da preoccuparsi perché risalendo il Ponte, è la luce dell’oro luccicante che illumina la strada come se fosse giorno!
E questa è Firenze vista con i miei occhi, una città ricca di storia e bellezza, a misura d’uomo, tenuta gelosamente dai loro abitanti che la vorrebbero tutta per se. Da sempre dico che mi piacerebbe viverla per un po’ di tempo, una città dove riuscirei ad abitarci, perché anche se vuole sembrare una metropoli, racchiude ancora l’atmosfera di un borgo dove la bellezza dei palazzi rinascimentali e le opere d’arte esposte con naturalezza, fanno questa di città, un’opera d’arte in sé.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ITALIA - Firenze. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...