Il tempio dell’arte e i luoghi dei Grand Tours Fiorentini

Lunedì di Pasquetta siamo invitati a casa di amici di famiglia, a Campo di Marte. Passiamo davanti lo stadio e il viola è decisamente il colore che contraddistingue il quartiere. Dopo pranzo, visto la giornata estiva che si presenta, ci portano in un parco, poco conosciuto in città ma molto bello. È il parco del Ventaglio, dietro Piazza Nobili, un grande giardino a forma di ventaglio appunto, in salita. C’è tanta gente che prende il sole o fa pic nic sul prato, la giornata è stupenda. Cominciamo a salire lungo il sentiero che si arrampica per le colline verdi costeggiati da pioppi e altri alberi in fiore.. man mano che si sale migliora la veduta del parco con i suoi colori che ne conferiscono un panorama stupendo, tipico toscano, sembra di stare in aperta campagna e invece se ti giri, vedi le cime dei vecchi palazzi di Firenze all’orizzonte, con la cupola che padroneggia. Ottimo posto per un pomeriggio rilassante all’aria aperta!
Finalmente ho l’opportunità di andare agli Uffizi! Se vai a Firenze non puoi non vedere gli Uffizi. Se avete studiato Storia dell’arte alle superiori, beh qui troverete la maggior parte delle cose che avere studiato sui libri. Andare agli Uffizi è una missione.. devo dire che c’è una miriade di possibilità di prenotazione dei biglietti ma ho trovato tutt’ora poca organizzazione nel gestire l’enorme massa di gente che ogni giorno affolla questo posto. Si può prenotare via internet tramite il sito ufficiale, oppure in un ufficio apposito sul colonnato di destra, per i giorni successivi.. in questo modo si paga un po’ di più e si dovrebbe evitare la fila ma tranquilli che la fila la troverete comunque! Io sono andato direttamente là senza nessuna prenotazione. Ho impiegato mezz’ora per capire dove fare il biglietto senza prenotazione per il giorno stesso e tante vasche avanti e indietro per capire qual era la fila giusta: quando c’ho azzeccato, quasi quasi volevo andarmene.. ma la mia testardaggine e pazienza mi ha fatto rimanere. Non potete capire la fila che c’era, ma sinceramente pensavo peggio: infatti era abbastanza scorrevole e in soli 35 minuti ero già dentro! Forse ho indovinato il giorno con meno confusione?? Comunque, ho pagato pochissimo rispetto a quanto mi aspettavo: solo 3,25 euro! Questo per perché ho meno di 26 anni! Alla fine sono dentro! Il palazzo è imponente e per fortuna le opere sono disposte in modo ordinato, cosicché il percorso segue una linea precisa e non si salta nessuna opera d’arte. Sono tantissime e per chi come me, piace l’arte in generale, contate un tempo di visita di circa 3 ore minimo (gli uffizi chiudono alle 18:30). Mi ha fatto piacere trovarmi davanti a me le tante opere famose studiate sui libri, devo dire che fa un certo effetto quando te le ritrovi a pochi metri e spesso mi capitava di ricordare ancora le spiegazioni dei prof e piccoli aneddoti delle lezioni! Il “Tondo Doni”, “Sant’Anna la Madonna e il bambino”, la famosissima “Primavera” di Botticelli, l’”Annunciazione” e l’”Adorazione dei Magi” di Leonardo Da Vinci, sculture romane, arazzi e tante alte ancora. Purtroppo però non si possono fare le foto, ma sono certo che anche facendole, non renderebbero al meglio queste opere d’arte uniche.
Forse uno dei paeselli più famosi vicino Firenze è sicuramente Fiesole.
Compare perfino nei racconti e romanzi del ‘800 come un posto affascinante, una delle mete dei celebri Grand Tour dai ricchi inglesi dell’epocaCerto, sicuramente 200 anni fa sarà stato molto più affascinate di adesso, ma tutt’ora conserva le sua naturale bellezza. Per andarci abbiamo preso l’autobus urbano numero 6 e pian piano si sale fino in cima. Salendo si possono notare i meravigliosi panorama della campagna fiorentina, ma è sicuramente più bello dal belvedere al di sopra della pizza principale. La strada è abbastanza ripida ma una volta su si viene ripagati dalla stanchezza: un panorama unico dell’intera Firenze con la campagna attorno, ricca di campi curati, pini, pioppi e tanta altra vegetazione dalle sfumature diverse, sembra una tavolozza di un artista. Adesso capisco perché tanti inglesi amano questo posto.. e non solo gli inglesi direi!
Il paese è piccolissimo ma è immerso nella natura, dappertutto campi, giardini e alberi, però i prezzi sono abbastanza alti..insomma alla fine sta bellezza sa fanno pagà!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ITALIA - Firenze. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...