IN DOWNUNDER!!!!

Landed!

Il volo Cx0139 da Hong Kong arriva puntuale… durante la discesa l’adrenalina sale.. e quando il capo cabina annuncia che stavamo sorvolando sopra la città e riconosco i quartieri, illuminati, visti su google earth, il darling harbour, l’harbour bridge e per fino l’opera house!!!Stupendo!E’ un sogno!Sono a Sydney!

Dopo le pratiche della dogana in 30 minuti sono fuori dall’aeroporto, l’airport link mi porta in 20 minuti esatti in central station, da lì mi dirigo verso elizabeth st dove al Big Hostel dovrei incontrale Hellen, la ragazza che gentilmente mi ha prenotato la stanza per due notti, in fiducia!chiedo di lei, non c’è.. comincio a preoccuparmi.. poi il ragazzo della reception si mette a cercare nelle cartelle e “Oh!!that’s it!” mi fa vedere un foglio con su scritto il mio nome, la prenotazione e un messaggio con su scritto, pensate un po’: Hello!Welcome to Australia!

Sono stanco morto e domani devo svegliarmi presto, devo girarmi tutti gli ostelli in cerca di un alloggio impossibile per capodanno.. e speriamo bene!

Il fuso incombe!sarà stato anche il pensiero dell’alloggio ma non ho dormito per niente!esco dall’ostello e comincio a entrare in tutti gli ostelli che trovo per strada!sarà una lunga ricerca: il primo, niente!vado al Sidney central YHA, una catena molto famosa qui in australia, molto bello, come il famosissimo wake up! Ma figurati se trovo, ci provo e non riesco a credere alle mie orecchie!c’è posto!non esito e prenoto subito fino al 2 gennaio.

Esco dallo spettacolare ostello con un sorriso da mentadent, non ci credo ancora!in meno di 10 minuti avevo trovto posto!le mie preoccupazione erano finite per il momento..? e adesso potevo godermi la città?con tranquillità.. Stupendo!non pensavo che era così facile!

I-pod alle orecchie con i MGMT a palla e comincio a percorrere la George St. la via principale!tutto mi sembra così bello, guardo le persone, mi sorridono e tutto quello che mi circonda sembra magnifico!anzi è magnifico! La george st e piuttosto larga e taglia il centro in due, arriva fino all’harbour bridge che ogni tanto si intravede nella sua imponenza. È piena di negozi, di gente che va e viene ma quello che mi sorprende è che non c’è traffico, cioè il nostro assordante fastidioso traffico delle grandi città: tutto sembra così ordinato e tranquillo, non si sente un clacson, uno che urla all’altro.. surreale!ma rimango di stucco quando assisto a una scena bellissima: stavo attraversando la strada quando un ciclista inciampa e casca sull’asfalto.. credetemi, non solo le persone sono tornate indietro per aiutarlo, ma anche le macchine dietro si sono fermate in mezzo all strada per assisterlo, SENZA NESSUNO CHE SI LAMENTASSE!!! no comment!

Arrivo sotto l’harbour bridge, il vecchio attaccapanni chiamato dai suoi cittadini!immenso! Con le bandiede australiane che sventolano in cima e una meravigliosa vista dell’opera house! Passeggio per la baia e arrivo sotto la meravigliosa Opera House, anche questa con un soprannome simpatico: le suore in processione! Che fantasia questi sydneyani eh? La fotografo in lungo e in largo godendo del panorama della harbour bay; da lì proseguo verso dei giardini e mi perdo, guardando la mappa capisco che sono dentro i Botanic gardens, sento rumori strani e capisco che ci sono anche strani animali.. alzo la testa e mi ritrovo centinaia di Pipistrelli giganti a testa in giù sopra di me..AAAAAAHHHH me prende un colpo all’inizio ma poi capisco che nn fanno niente…. finchè è giorno!

Sono già stanco morto, da fuso, dal camminare, e mi riposo un po’ a martin place, il vero centro di Sydney, una via pedonale con sculture, fontane e edifici storici, fra cui il comune con il canguro come simbolo della città eheheh

Nel pomeriggio incontro Marco, il ragazzo conosciuto sul forum dell’australia: è siciliano come me, è insieme a una sua amica arrivata da poco andiamo insieme a fare un giro nella zona di Newport e Leichhardt il quartiere italiano. Newport è molto paesello come quartiere, pieno di negozietti carini e artisti, come il greenwich di NY, mi piace! Troviamo un negozio di dischi e musica molto carino, si chiama FISH, ve lo consiglio! Il quartiere italiano di Leichhardt sinceramente non è come me l’aspettavo.pensavo fosse tipo sputtanato come little italy, invece è una zona tranquillissima, con villette e negozi tipici italiani e una graziosa piazza all’italiana appena costruita.. ah e le persone, sicuramente italiane, avevano la bandiera italiana o sulla macchina o fuori casa.

Sono stravolto!ritorno in ostello, ma marco vuole uscire, io non ce la faccio ma gli faccio compagnia lo stesso, andiamo in un locale per una birra. Qui ogni albergo, pensione, ostello ha il suo pub sotto!il governo glielo permette e c’è un sacco di gente in giro!

Il mio primo giorno a Sydney è stato perfetto, meglio di così! Scambio qualche parola con i ragazzi olandesi della mia camera e crollo sul letto con tranquillità: domani trasloco al Sydney central. Il vagabondaggio comincia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AUSTRALIA - Sydney. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...